newsletter N.° 40 - Speranza, Virtù Bambina

Speranza, Virtù Bambina

La speranza vede ciò che ancora non è e che sarà.
Lei ama ciò che ancora non è e che sarà.
Nel futuro del tempo e dell’eternità.
(Charles Peguy – Il Portico del Mistero della Seconda Virtù)


Ring the bells that still can ring
Forget your perfect offering
There is a crack in everything
That’s how the light gets in.
(Leonard Cohen – Anthem)


Charles Péguy, scrittore, poeta e saggista francese, pubblicò nel 1911 il poema “Il Portico del Mistero della Seconda Virtù”, opera ad una sola voce nel quale un’immaginaria Madame Gervaise spiega ad una giovane Giovanna d’Arco la forza e la singolarità della virtù della speranza. Nelle prime, straordinarie pagine, Péguy paragona le tre virtù teologali, creature di Dio, a tre sorelle: la Fede, una sposa fedele; la Carità, una madre amorosa; la Speranza, una piccola figlia da nulla, “venuta al mondo il giorno di Natale dell’anno scorso”. E s’avanzano, le tre sorelle, la bambina nel mezzo che quasi non la si guarda e non ci si fa attenzione, e si crede che siano le due grandi a tirarla. Ma non si vede il contrario, che è la bambina a tirare le due sorelle grandi, perché l’una vede ciò che è, la seconda ama ciò che è, ma la bambina vede e ama ciò che sarà. E fa camminare le due grandi, che senza di lei sarebbero niente, nel futuro del tempo e dell’eternità. La speranza guarda oltre la fissità del tempo presente, la speranza è un divenire. E nasce forse da un’inquietudine, quella del Buon Pastore di fronte alla pecora smarrita, il timore che possa perdersi e mancare all’appello della sera e che lo spinge a lasciare le pecore rimaste, i cento giusti restati nell’ovile in Fede e in Carità, per ritrovarla e aiutarla a tornare. L’inquietudine del Padre Misericordioso. Ferite, fragilità con i loro tremori e brividi, dalle quali zampilla la Speranza con i suoi fremiti. 





Questo sito utilizza cookies per offrirti un'esperienza di navigazione migliore. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies. Maggiori informazioni.