Il gruppo degli Intercessori END

Sono persone che sentono rivolto a loro l’invito di Gesù “Vegliate e pregate...”. L’intercessione di Gesù, l’Orante, come lo chiamava la Lettera agli Ebrei, è il fondamento della preghiera degli intercessori. Alla destra del Padre, Egli intercede per noi (Rm 8,34). In questo senso e nella misura in cui noi siamo incorporati a questa azione del Cristo nel seno del Padre, nulla è più potente della preghiera e nulla può essere eguagliato, come diceva San Giovanni Crisostomo (Enzo Bianchi). Tre sono le vie proposte:

  • Un’ora di preghiera al mese;
  • Un giorno di digiuno al mese;
  • L’offerta, rinnovata ogni giorno, di se stessi e delle proprie prove.

Si intercede per tutte le grandi intenzioni della Chiesa, in particolar modo per tutte le coppie del mondo e per la santità delle famiglie cristiane. Ci si fa carico, inoltre, delle intenzioni particolari affidate a ciascun intercessore. Alcuni dicono che non è facile mantenere un impegno fisso, In realtà, l’impegno in un tempo prefissato ha un valore educativo e formativo.

Tenendo presente che arrivano anche momenti di aridità, è importante, nella preghiera, mantenere le "sante abitudini". D’altra parte, può anche accadere che a volte non si riesca a mantenere l’impegno preso e, in tal caso, si troverà un momento diverso per pregare in quel mese.

 Il pieghevole illustrativo
 Il libro "Dio cerca degli intercessori"
 La Lettera compie 30 anni

LA LETTERA DEGLI INTERCESSORI

Novembre 2017

  LETTERA AGLI INTERCESSORI N° 160

«Scoprire la propria vocazione»…! La vocazione secondo padre Caffarel

Luglio 2015

  LETTERA AGLI INTERCESSORI N° 151

“ Beati i poveri in spirito perché di essi è il regno dei cieli”. (Mt 5,3)

Questo sito utilizza cookies per offrirti un'esperienza di navigazione migliore. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies. Maggiori informazioni.