SESSIONE NAZIONALE ESTIVA, CAMBIAMENTO IN VISTA

Cari equipiers,

L’appuntamento della Sessione Nazionale estiva, da tempo è diventato per molti di noi sinonimo di incontro di famiglie END a Nocera Umbra.
In Equipe Italia abbiamo a lungo riflettuto, anche alla luce di qualche commento e invito a provare nuove soluzioni e ci siamo guardati intorno per cercare nuove possibilità.  Vi raggiungiamo per tempo con queste indicazioni e proposte.
Organizzare la sessione nazionale in un luogo diverso da Nocera è una bella sfida, un po’ una scommessa, ma vorremmo condividere le considerazioni che ci hanno portato a osare un cambiamento, che come ogni novità potrebbe non incontrare il favore di tutti.
Non vogliamo che questa scelta escluda gli amici che abbiamo la gioia di rivedere ogni anno con una piacevole consuetudine; abbiamo invece la speranza che possa facilitare la partecipazione di altri, che per mille validi motivi non hanno potuto partecipare nel passato.

Un posto nuovo e diverso.
La località scelta è Prati di Tivo, (Teramo) che abbiamo visitato in occasione dell’incontro di Equipe Italia nei settori Marche A e B, a circa 1500 metri di altitudine, proprio sotto il Gran Sasso.
Il contesto è immerso nella natura, con aree boschive e prati che lasciano il posto a zone brulle e sassose  man mano che si sale verso le pendici dei monti circostanti; l’ambiente permette di godere momenti di riposo e meditazione, facilitando allo stesso tempo  incontri e aggregazioni spontanee e/o organizzate, tipiche di quanto viene proposto nella nostra Sessione. 
Nella zona ci sono diverse strutture recettive (la sede è utilizzata da tempo da gruppi e movimenti ecclesiali);   tenendo conto dei numeri sempre crescenti delle partecipazioni alla sessione nazionale estiva, abbiamo fissato per ora due alberghi, distanti 5 minuti a piedi l’uno dall’altro, collegati tra loro con mezzi messi  a disposizione dall’albergo. Le attività comuni si svolgeranno in un’unica sede (che dispone di una sala riunioni in grado di accogliere 630 persone).

Perché cambiare?
Non lo neghiamo, soprattutto per chi da tanto tempo partecipa alle nostre iniziative e proposte nazionali, anche il ritrovare volti e situazioni ambientali note, dà un senso di sicurezza..: quella camera, la piscina, la cappella piccola, gli operatori che servono in sala, una familiarità che ci fa sentire a casa. 
Anche per noi è così: nelle sedi storiche e abituali dei nostri incontri ci muoviamo quasi a occhi chiusi, sapendo di poter contare su un’esperienza che ci aiuta ad affrontare anche gli imprevisti.
Ma la voglia di uscire e di cambiare per vivere e proporre nuove emozioni, nuovi incontri è forte in noi e ci sembrerebbe di tradire uno degli aspetti del nostro servizio, quello di preoccuparci anche di coloro che incontriamo con minor frequenza, se non provassimo altre strade, in questo caso davvero potremmo dire altri “sentieri”!!

Che cosa cambia e che cosa resta.
Cambia il luogo e cambia la data dell’incontro, che per motivi di disponibilità  è stata fissata    dal 9 al 13 agosto 2016.
Ci scusiamo in anticipo con coloro che già avevano organizzato il tempo dell’estate sulla base di una precedente comunicazione; speriamo riescano ugualmente a ritagliarsi lo spazio per partecipare, tenendo conto del periodo comunque feriale del mese di agosto.
Non varia la qualità dell’offerta alberghiera, disporremo inoltre di campi attrezzati nonché di una piscina e di aree interne per gli adulti e i ragazzi;  l’animazione è garantita come di consueto. 
Quello che non cambia, inoltre, è la natura della proposta: una Sessione di formazione nazionale in cui ci saranno incontri, relatori (il tema/argomento è già stato definito ed è in via di perfezionamento), momenti per la coppia, preghiera, riflessione, tempo libero con possibilità di gita e celebrazione in rifugio, sorprese..
Ma soprattutto quello che siamo certi non cambierà è il respiro di comunione che sempre possiamo provare quando decidiamo di metterci in gioco, di affidarci al mistero della sorpresa e della ricchezza che la relazione con l’altro ci dona e che doniamo vicendevolmente.

Una nota sul lato economico:  il costo della casa è inferiore (e questo non guasta…) e come sempre il Movimento è presente per sostenere chi dovesse trovarsi in difficoltà.

Vi invitiamo ad abbracciare questa novità con lo spirito dei cercatori, curiosi e arditi.




Questo sito utilizza cookies per offrirti un'esperienza di navigazione migliore. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies. Maggiori informazioni.