LETTERA 199 - LUGLIO-SETTEMBRE 2018

EDITORIALE : FATICA E' BUTTARE IL CUORE OLTRE

AUTORE        : Laura e Ivano Malpangotti - Responsabili Regione Nord Ovest A


Questo è il cuore dell’uomo: un campo di battaglia tra il male e il bene.

Ogni giorno che il Signore ci dona, ci svegliamo e vorremmo che quella giornata, che abbiamo davanti tutta da vivere, sia una giornata bella, piena, felice, in armonia con chi amiamo. La vita ci viene incontro e con lei, il nostro amore, il sì quotidiano, le nostre figlie e i nostri genitori, il lavoro, il mondo dentro cui ci muoviamo per strada, negli uffici pubblici, sui marciapiedi, sono relazioni e volti che si intrecciano. Siamo innamorati della vita, siamo aperti agli incontri, siamo esposti alla fatica di lasciar entrare tanta umanità e siamo fragili, perché vorremmo controllare tutto e, invece, tutto sfugge al nostro controllo. Facciamo fatica ad accettare gli imprevisti, la malattia, le divisioni e i mancati perdoni, fatica a riconoscere la presenza di Dio nei nostri conflitti, nel riconoscere i nostri limiti, fatica a considerare la fatica percorsa e a imparare da essa. Così capita che i programmi divergano, che le aspettative di ciascuno di noi verso le decisioni da prendere per “far funzionare la giornata” entrino in conflitto con i nostri caratteri. Laura è più riflessiva di me, mentre io, Ivano, più istintivo, non rinuncio a metterle il bastone tra le ruote!

Capita che rischiamo di chiuderci e abbandonare il sentiero comune, capita che la rabbia o il nervosismo abbiano la meglio nelle relazioni e diventino giudizio e mancati perdoni, capita che non sappiamo perdonarci gli errori e non portiamo insieme i pesi, ma li carichiamo sulle spalle dell’altro, capita che le tensioni accumulate vengano scaricate sull’amata/o, capita che il tempo non scorra e i minuti pesino come ore; altre volte capita che vorremmo poter rivivere quel tempo che non tornerà.

Capita! Eccome! Il Signore ci ha fatto un grande dono, la capacità di buttare il cuore oltre, di guardare alla meta più che alle difficoltà della strada, ad accogliere ciò che di bene e di male ogni giorno offre. Ritrovare sempre un motivo per sorridere. Rientrare a casa e essere accolti da uno sguardo innamorato, da un sorriso cambia la giornata. Da quando ci siamo sposati proviamo a rispettare la regola di non far tramontare il sole sulla nostra ira e ogni sera ci cerchiamo, proviamo a comprendere le ragioni dell’altro, per perdonarci, per fare pace.

Ogni giorno che il Signore ci ha donato ci svegliamo e avvertiamo di essere amati da chi ha messo al nostro fianco, ci sediamo e ascoltiamo la Sua parola nelle letture del giorno. Parliamo di Lui, tra noi, lo facciamo diventare presente nella nostra vita, solo così, pian piano, un giorno dopo l’altro ci accorgiamo che Lui orienta le nostre giornate, ci permette di leggere ed interpretare il mondo e ciò che viviamo. Parlare di Lui, ascoltare la sua Parola lo fa vivere accanto a noi. Così viviamo con Lui, Lui vive con noi, abita la nostra casa, viene e ci sta accanto. Non più solo quel Gesù del libro, quello dei racconti e delle parabole, ma Gesù morto e risorto che ora vive a Trivero o a casa di chiunque lo accolga nella sua vita e. . . porta la pace. Non la pace del mondo, non la nostra, quella di chi evita le persone per non litigarci, non quella degli armistizi e dei confini armati, non la pace che è triste rassegnazione. Porta quella pace che solo il Signore ci dona, pace di saper vivere ogni istante alla Sua presenza, consolati nelle fatiche, perdonati per il nostro egoismo e la nostra limitatezza, troviamo pace. La battaglia tra bene e male dentro al nostro cuore c’è sempre, a volte vince la tentazione di vivere senza, senza Dio, di bastare a noi stessi, di farcela con le nostre forze.

Ogni giorno che il Signore ci dona, ci svegliamo e iniziamo da capo il nostro cammino, la fatica è santa perché consolata: accorgerci, sentire questa consolazione ci dona la pace .

Il Signore è già lì che ci aspetta, e dice a noi e a tutti voi: Pace a Voi!

Laura e Ivano Malpangotti (Trivero 2)
Responsabili Regione Nord Ovest A

Allegati

LETTERA 199




EQUIPES NOTRE DAME - SUPER REGIONE ITALIA utilizza cookies tecnici e di profilazione e consente l'uso di cookies a "terze parti" che permettono di inviarti informazioni inerenti le tue preferenze.
Continuando a navigare accetti l’utilizzo dei cookies, se non desideri riceverli ti invitiamo a non navigare questo sito ulteriormente.

Scopri l'informativa e come negare il consenso. Chiudi
Chiudi
x
Utilizzo dei COOKIES
Nessun dato personale degli utenti viene di proposito acquisito dal sito. Non viene fatto uso di cookies per la trasmissione di informazioni di carattere personale, né sono utilizzati cookies persistenti di alcun tipo, ovvero sistemi per il tracciamento degli utenti. L'uso di cookies di sessione (che non vengono memorizzati in modo persistente sul computer dell'utente e scompaiono, lato client, con la chiusura del browser di navigazione) è strettamente limitato alla trasmissione di identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dal server) necessari per consentire l'esplorazione sicura ed efficiente del sito, evitando il ricorso ad altre tecniche informatiche potenzialmente pregiudizievoli per la riservatezza della navigazione degli utenti, e non consente l'acquisizione di dati personali identificativi dell'utente.
L'utilizzo di cookies permanenti è strettamente limitato all'acquisizione di dati statistici relativi all'accesso al sito e/o per mantenere le preferenze dell’utente (lingua, layout, etc.). L'eventuale disabilitazione dei cookies sulla postazione utente non influenza l'interazione con il sito.
Per saperne di più accedi alla pagina dedicata

Individuazione delle modalità semplificate per l'informativa e l'acquisizione del consenso per l'uso dei cookie.
Provvedimento n.229 dell'8 maggio 2014 - pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014.

Consulta il testo del provvedimento