Augurio-riflessione pasquale tratto da un’omelia del cardinale Jorge Mario Bergoglio

«Nessuno è fermo… tutti sono in movimento, in
cammino: si dice che le donne sono andate, che la terra trema fortemente;
l’Angelo scese dal cielo, ha fatto rotolare la pietra, anche le guardie
tremarono.

Poi, l’invito: Egli andrà in Galilea, tutti devono
andare in Galilea. Le donne, con quel miscuglio di timore e di gioia – cioè,
con il cuore in movimento – si allontanano rapidamente e corrono a diffondere
la notizia. Si incontrano con Gesù e si avvicinano a Lui e gli abbracciano i
piedi. Movimento delle donne verso Cristo, movimento di Cristo verso di loro.
In questo movimento avviene l’incontro.[…] Il Vangelo plasma un avvenimento di
incontro, di incontro vittorioso tra il Dio fedele, appassionato del suo popolo
e noi, peccatori, ma assetati di amore e di ricerca, che abbiamo accettato di
metterci in cammino…metterci in cammino per incontrarLo… per lasciarci
incontrare da Lui. In quell’istante, esistenziale e temporale, verifichiamo
quello che sperimentarono le donne: timore e gioia allo stesso tempo; sperimentiamo quello stupore dell’incontro con Gesù
Cristo che porta a compimento i nostri desideri ma che mai dice: «fermatevi»,
bensì «andate». L’incontro non ci ferma, ci rinsalda l’identità e ci invia di
nuovo. Torna invece a rimetterci in cammino perché, incontro dopo incontro
giungiamo a quello definitivo».

 (J. M. Bergoglio, Omelia nella Veglia
Pasquale Buenos Aires, 22 marzo 2008)

 






EQUIPES NOTRE DAME - SUPER REGIONE ITALIA utilizza cookies tecnici e di profilazione e consente l'uso di cookies a "terze parti" che permettono di inviarti informazioni inerenti le tue preferenze.
Continuando a navigare accetti l’utilizzo dei cookies, se non desideri riceverli ti invitiamo a non navigare questo sito ulteriormente.

Scopri l'informativa e come negare il consenso. Chiudi
Chiudi
x
Utilizzo dei COOKIES
Nessun dato personale degli utenti viene di proposito acquisito dal sito. Non viene fatto uso di cookies per la trasmissione di informazioni di carattere personale, né sono utilizzati cookies persistenti di alcun tipo, ovvero sistemi per il tracciamento degli utenti. L'uso di cookies di sessione (che non vengono memorizzati in modo persistente sul computer dell'utente e scompaiono, lato client, con la chiusura del browser di navigazione) è strettamente limitato alla trasmissione di identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dal server) necessari per consentire l'esplorazione sicura ed efficiente del sito, evitando il ricorso ad altre tecniche informatiche potenzialmente pregiudizievoli per la riservatezza della navigazione degli utenti, e non consente l'acquisizione di dati personali identificativi dell'utente.
L'utilizzo di cookies permanenti è strettamente limitato all'acquisizione di dati statistici relativi all'accesso al sito e/o per mantenere le preferenze dell’utente (lingua, layout, etc.). L'eventuale disabilitazione dei cookies sulla postazione utente non influenza l'interazione con il sito.
Per saperne di più accedi alla pagina dedicata

Individuazione delle modalità semplificate per l'informativa e l'acquisizione del consenso per l'uso dei cookie.
Provvedimento n.229 dell'8 maggio 2014 - pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014.

Consulta il testo del provvedimento